Roland Garros, Musetti vince il derby con Cecchinato, avanti anche Sinner e Berrettini, tre italiani negli ottavi (non accadeva dal 1962!), avanzano Djokovic, Nadal, Federer, Schwartzman e Struff, venerdì Fognini battuto da Delbonis, agli ottavi i big Medvedev, Zverev e Tsitsipas, oltre a Carreno Busta, Garin, Nishikori e Davidovich Fokina

Non è un record, ma è comunque una grande risultato, una truppa di 5 italiani al terzo turno del Roland Garros, secondo Slam stagionale. Era già successo lo scorso anno e poi nel 1955, ma nel 1947 furono addirittura 6. Musetti (all’esordio negli Slam) si qualifica per gli ottavi battendo al quinto set il ritrovato Cecchinato, imitato da Berrettini che si sbarazza in tre set del sudcoreano Kwon, che aveva eliminato Seppi e ora affronterà Re Roger. Sinner uscito vincitore nel derby con Mager batte anche lo svedese Ylmer e sfiderà Nadal, mentre Fognini, unico in campo venerdì, vive una giornata storta battuto nettamente in tre set dall’ostico argentino Delbonis.

Sabato Djokovic supera senza problemi il lituano Berankis, Federer, dopo Cilic, concede un set anche al tedesco Koepfer, ma il match è molto più faticoso con ben tre tie-break, Nadal, che si era sbarazzato facilmente di Gasquet, fa lo stesso con l’inglese Norrie. Agli ottavi anche Schwartzman che supera agevolmente Kohlshreiber e Struff, sempre in tre set con il qualificato Alacazar.

Nei match di venerdì Medvedev si sbarazza agevolmente, oltre il previsto, del gigante Opelka (tre set rapidi), anche Zverev accede agli ottavi battendo in tre set il serbo Djere. Avanti Davidovich-Fokina, Nishikori, Garin e Carreno Busta. Si qualifica per gli ottavi pure Tsitsipas che lascia il primo set a Isner, poi chiude il match in quattro set.

Annunci

Tabellone maschile – 3° Turno

(1) N. DJOKOVIC (SER) batte L. BERANKIS (LTA) 6/1 6/4 6/1 (OK), turno agevole per il numero uno. Il serbo è in palla e il lituano non poteva rappresentare un grande ostacolo come avevavamo immaginato. Djokovic supera il turno facile in tre set, concedendo appena 6 giochi.

L. MUSETTI (ITA) batte M. CECCHINATO (ITA) 3/6 6/4 6/3 3/6 6/3 (OK), il derby assicura un posto negli ottavi a un italiano (contro Djokovic) Musetti sfrutta la sua grande chance ed esce vincitore dalla battaglia con Cecchinato, tornato nel grande tennis, dopo la semifinale storica del 2018. Puntavamo sulla maggior freschezza di Musetti e in effetti nel quinto set questo aspetto ha pesato.

(9) M. BERRETTINI (ITA) batte S. KWON (KOR) 7/6 6/3 6/4 (OK), l’azzurro è in gran forma, dopo Coria non lascia scampo neanche a Kwon, superato in tre set. Matteo serve con ottime percentuali e ora negli ottavi come previsto (da favorito) per sfidare Federer.

(8) R. FEDERER (SVI) batte D. KOEPFER (GER) 7/6 6/7 7/6 7/5 (OK) lo svizzero come contro contro Cilic, concede un set a Koepfer, ma il tedesco è avversario ancora più duro, costringendo Roger a ben tre tie-break e a un quarto set risolto solo al dodicesimo gioco. In ogni caso, un buon test prima della sfida al nostro Berrettini (in conferenza poi Federer annuncia di non stare bene)

(3) R. NADAL (SPA) batte C. NORRIE (ING) 6/3 6/3 6/3 (OK), Rafa è sempre un rullo compressore. Norrie non poteva fare molto per fermarlo. Aveva già perso con Nadal quest’anno a Barcellona in due set. A Parigi sono tre periodici…

(18) J. SINNER (ITA) batte M. YMER (SVE) 6/1 7/5 6/3, Jannik trovava un altro avversario abbordabile e non perde l’occasione. Nel derby con Mager aveva lasciato un set per strada, contro lo svedese nessuna distrazione e partita vinta in tre set con qualche problema solo nel secondo parziale, negli ottavi trova di nuovo Nadal…

(10) D. SCHWARTZMAN (ARG) batte P. KOHLSCHREIBER (GER) 6/4 6/2 6/1 (OK), ci si aspettava una bella sfida tra due lottatori. il tedesco aveva fatto fuori Karatsev, ma evidentemente la stanchezza si è fatta sentire Schwartzman non lascia scampo al tedesco battendolo in tre rapidi set. Ben oltre le nostre attese.

J.L. STRUFF (GER) batte (Q) C. ALCARAZ (SPA) 64 7/6 6/2 (OK), lo spagnolo qualificato era una una sorpresa, ma il tedesco sfrutta l’occasione e dopo aver fatto fuori Rublev al primo turno, accede agli ottavi soffrendo solo nel secondo parziale.

(6) A. ZVEREV (GER) batte L. DJERE (SER) 6/2 7/5 6/2 (OK), c’era un solo precedente tra i due quest’anno sul cemento vinto dal tedesco, che vince facile come previsto da favorito netto, non perde mai la concentrazione e chiude in tre set.

K. NISHIKORI (JAP) batte (Q) H. LAAKSONEN (SVI) 7/5 rit. (OK), match interrotto dal ritiro dello svizzero dopo che il giapponese si era aggiudicato con fatica il primo parziale. Peccato poteva esserci battaglia.

A. DAVIDOVICH FOKINA (SPA) batte (15) C. RUUD (NOR) 7/6 2/6 7/6 0/6 7/5 (OK 5 set), era un match intrigante tra due Next Gen 2019, si ritrovavano dall’unico precedente di allora giocato con formula su 4 giochi. Giocarono 5 mini set, questa volta come previsto ne giocano 5 pieni e lottatissimi. Ruud si aggiudica facilmente il secondo e il quarto, ma cede due tie-break e al quinto al dodicesimo gioco dopo avere avuto anche una palla del contro-break.

F. DELBONIS (ARG) batte (27) F. FOGNINI (ITA) 6/4 6/1 6/3 (sbagliata), giornata storta per Fognini che soffre maledettamente il servizio pesante di Delbonis e subisce break in apertura di ogni set. Inutili tutti i tentativi di rientrare per l’azzurro che non ripete l’ultimo successo colto proprio a Parigi nel 2019.

(5) S. TSITSIPAS (GRE) batte (31) J. ISNER (USA) 5/7, 6/3, 7/6, 6/1 (OK), il greco si conferma più forte, vincendo per la quarta volta consecutiva dopo due vittorie dell’americano. Nel primo confronto sulla terra Tsitsipas vince in 4 set come avevamo pronosticato.

(12) P. CARRENO BUSTA (SPA) batte S. JOHNSON (USA) 6/4 6/4 6/2 (OK), i due non si affrontavano dal 2018. 2-2 i precedenti, poco attendibili quindi. Johnson usciva da due battaglie al quinto e come previsto aveva poco da dare. Lo spagnolo vince in tre set come previsto

(22) C. GARIN (CIL) batte M. GIRON (USA) 6/1 5/7 6/2 6/2 (OK), era match inedito, come previsto sulla terra parigina Garin ha più dimestichezza e nonostante le fatiche del turno precedente con l’altro americano McDonald, lascia un set a Giron e accede facilmente agli ottavi come da nostro pronostico

(2) D. MEDVEDEV (RUS) batte (32) R. OPELKA (USA) 6/4 6/2 6/4 (sbagliata), il russo aveva sofferto più del dovuto con Paul, questa volta dimostra di valere il numero due del seeding, Opelka era avversario ostico, ma il russo evita il pericolo dei tie-break (con l’americano ne aveva comunque vinti tre sui cinque giocati nei soli tre precedenti) e chiude in tre set dominando. Pensavamo a una possibile sorpresa, dobbiamo ricrederci!.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...