Il calcio piange ancora, ci lascia Paolo Rossi, l’eroe mundial 82 che affondò il Brasile, addio Pablito…

Paolo Rossi con Luciano Marangon con la maglia del Vicenza

E’ un 2020 maledetto per il calcio. Dopo Maradona il mondo del pallone saluta anche Paolo Rossi, eroe del mundial di Spagna 1982 che gli azzurri del ct Bearzot vinsero grazie ai suoi gol. A 64 anni stroncato da un male incurabile, Pablito ci lascia nel bellissimo ricordo di quella cavalcata vincente con i successi sull’Argentina del Pibe de oro, sul Brasile di Zico e Falcao (tripletta), la Polonia (doppietta) e la Germania nella storica finale di Madrid con la rete dell’1-0. I 6 gol consecutivi di Rossi rimarranno nella storia e nella memoria soprattutto di chi ha vissuto quel mondiale come il riscatto di un intero paese.

Per Rossi fu una sorta di rinascita dopo lo scandalo, mai chiarito totalmente, sul calcio scommesse. In quel fantastico 1982 vinse il mondiale, il titolo di capocannoniere e il Pallone d’oro, il primo a riuscirci, eguagliato poi solo da Ronaldo. Rossi esplose nel Lanerossi Vicenza per poi affermarsi nella Juventus di Platini con cui vinse due scudetti, una Coppa delle Coppe, una Uefa e una Coppa dei Campioni.

Dopo l’esperienza in bianconero giocò nel Milan prima di chiudere la carriera nel Verona, condizionato dai tanti problemi fisici. Addio Pablito. Ci mancherà anche il tuo modo gentile di raccontare il calcio.

Ecco alcuni ricordi del mondo del calcio attraverso i social…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...